Generatori di corrente e inverter: tipi e caratteristiche

Generatori di corrente e inverter tipi e caratteristiche - easyNoleggio Blog
Condividi questo articolo:

Esistono numerosi lavori che richiedono la presenza di elettricità anche in zone non sempre coperte dalla rete. Possono essere luoghi remoti in cui deve essere effettuato un intervento di manutenzione oppure particolari location all’aperto in cui vengono organizzati eventi.

Per ovviare alla mancanza di rete la soluzione è impiegare generatori o gruppi elettrogeni. Visto che è un tema di assoluto rilievo in questo articolo parleremo di generatori di corrente e inverter: tipi e caratteristiche.

Cosa significa inverter nei generatori di corrente?

Un generatore di corrente elettrica è un’attrezzatura in grado di creare energia elettrica da utilizzare come alimentazione per altre strumentazioni come ad esempio gli elettroutensili.

È importante puntualizzare che i generatori sono attrezzature compatte che possono essere agilmente trasportate, mentre esistono i gruppi elettrogeni che sono modelli molto più ingombranti e potenti.

Per generare elettricità i generatori hanno bisogno di un combustibile che faccia funzionare il motore termico, uno dei due elementi che caratterizza il generatore e che è il vero cuore dell’attrezzatura.

Il motore dà il via al momento rotatorio mentre è l’inverter il componente che permette di convertirla in corrente elettrica. 

Questo dispositivo è infatti in grado di girare la corrente continua ad alternata e viceversa. Tramite dei piccoli trasformatori al suo interno l’inverter trasforma la corrente continua, generata dal motore termico, in corrente alternata che è la forma che viene utilizzata maggiormente.

L’elettricità viene poi trasportata dal generatore stesso tramite spine monofase o trifase verso gli strumenti che dovranno poi essere alimentati.

Generatori di corrente e gruppi elettrogeni - easyNoleggio Blog

Tipologie ed usi

Esistono diverse tipologie di generatori di corrente che si differenziano per caratteristiche tecniche, come potenza e dimensioni, ma anche come semplicità di trasporto.

I generatori sono generalmente alimentati da un motore termico che necessita di diesel o benzina ma sul mercato si possono trovare anche modelli con alimentazione fotovoltaica o gpl; questi sono più piccoli e meno potenti dei modelli a combustibile.

Il campo di impiego di un generatore elettrico è molto variegato dato che possono essere utilizzati in edilizia, cantieri stradali, nei lavori di manutenzione e cura del verde ma anche per alimentare le strutture per eventi.

La categoria dei generatori di corrente si differenzia in base ai Kw di potenza che ogni modello riesce a generare. Esistono infatti i generatori più piccoli che sono in grado di generare da 1 a 5 Kw, modelli di potenza intermedia compresa tra 6 e 15 Kw e infine gruppi elettrogeni capaci di raggiungere anche gli 800 Kw di potenza.

Questi ultimi sono capaci di generare una maggior potenza ma che hanno dimensioni molto maggiori. Ciò significa che, oltre ad un consumo più importante, per movimentare e posizionare queste attrezzature sono necessari macchinari pesanti. L’impiego dei gruppi elettrogeni si ha principalmente in ambito industriale oppure nei cantieri di lunga durata anche se un segmento specifico di utilizzo è quello del settore sanitario. Ospedali e strutture mediche hanno bisogno di una fonte ausiliaria di corrente nel caso vi fossero cali di tensione o interruzioni alla rete elettrica.

Generatori di corrente - easyNoleggio Blog

Come scegliere la giusta potenza di un generatore di corrente?

Quando si sceglie un generatore di corrente è importante considerare la potenza di cui necessitano attrezzature e strumentazioni che saranno alimentate dal generatore stesso.

Sono due gli elementi da valutare: lo spunto e il picco.

Il primo rappresenta il wattaggio iniziale, ovvero la quantità di corrente che serve per avviare il dispositivo collegato. Questo è in linea generale tre volte la quantità di energia che serve per mantenere poi acceso il dispositivo.

Il picco rappresenta invece il massimo della potenza che può generare l’attrezzatura ed è importante tenerla in considerazione per scegliere il generatore adatto agli utensili che devono essere alimentati.

Dato che l’impiego più frequente di queste attrezzature è l’alimentazione di elettroutensili possiamo prendere come esempio un generatore di corrente 3 kw. Questo è infatti in grado di dare energia a tutti gli elettroutensili che possono essere utilizzati in edilizia ma anche nella cura del verde.

Essendo di dimensioni compatte è facilmente trasportabile con ogni tipo di furgone ed è altrettanto semplice posizionarlo dove si ha necessità.

Le nostre conclusioni

I generatori di corrente sono attrezzature molto noleggiate poiché vengono impiegati per molteplici lavorazioni e settori.

È quindi molto importante scegliere il modello di generatore di cui si ha bisogno tenendo conto di spunto e picco, ma anche delle dimensioni dell’attrezzatura stessa.

Noleggiando un generatore il cliente avrà la sicurezza di essere supportato da un professionista nella scelta del modello più adatto alle proprie esigenze.

Condividi questo articolo: