Piattaforme aeree: comandi da terra e cliente in cesta

Le piattaforme aeree sono una delle macchine più noleggiate in Italia. La versatilità è il maggior punto di forza delle piattaforme, che possono essere utilizzate per molti tipi di lavorazioni.

Come abbiamo visto in un precedente articolo le piattaforme sono utili a diversi tipi di aziende, ma è comunque sempre importante utilizzarle in sicurezza.

In questo articolo tratteremo nello specifico di una fattispecie particolare per le piattaforme aeree: i comandi da terra ed il cliente in cesta

I comandi delle piattaforme aeree

comandi piattaforme aeree

Le piattaforme aeree hanno generalmente due postazioni di controllo. I comandi sono infatti installati sia sul carro che sulla cesta, detta anche navicella.

Tramite un selettore a chiave è possibile decidere con quali delle due postazioni controllare l’attrezzatura. 

Con i comandi da terra è possibile effettuare ogni tipo di movimento ad eccezione della traslazione che è possibile solamente utilizzando i comandi della cesta. 

Riguardo i comandi in cesta viene posta l’attenzione sulla sicurezza tramite un contatto a pedale. Quest’ultimo permette il movimento del braccio solo se viene esercitata una pressione continua.

Questo contatto, detto “a uomo presente”, evita che l’attrezzatura si muova senza che sia l’operatore a controllarla, ad esempio con la caduta di qualche attrezzatura o materiale.

Solitamente i comandi a terra sono utilizzati solo in caso di emergenza con un operatore in cesta, a meno che non sia il manuale d’uso a prevedere l’utilizzo e quindi la manovra da terra.

Cosa serve per condurre una piattaforma aerea 

Manovrare una piattaforma aerea è un’attività che può essere piuttosto pericolosa dato che la cesta sale a diversi metri di altezza. Le piattaforme rientrano infatti tra le attrezzature per cui è richiesta un’abilitazione, come previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012.

L’addetto che intende condurre una piattaforma deve quindi essere in possesso di una specifica abilitazione, che può essere ottenuta frequentando un apposito corso. Molte aziende di noleggio dispongono anche di un centro di formazione e possono rilasciare questo genere di abilitazione, comunemente chiamata anche patentino.

Qualora il cliente non fosse in possesso dell’abilitazione può sempre ricorrere al noleggio a caldo, ovvero alla fornitura da parte del noleggiatore di un operatore qualificato per condurre la piattaforma noleggiata. 

I comandi a terra ed il cliente in cesta

Non è quindi un caso fuori dal comune quello in cui una persona si trovi in cesta da solo, in particolare per i noleggi a freddo, e vi sia una seconda persona che manovra la piattaforma aerea da terra.

La persona che si trova in cesta deve in ogni modo essere sottoposta almeno ad adeguata e specifica informazione, formazione ed addestramento da parte del suo datore di lavoro come previsto dal D.lgs 81/2008. L’art.77 predispone infatti l’utilizzo obbligatorio dei DPI che salvaguardano il lavoratore dalle cadute dall’alto. La persona in cesta deve essere inoltre sottoposta a tutto ciò che prevede il decreto nell’ambito dei lavori in quota.

In caso di noleggio a freddo il noleggiatore dovrà farsi rilasciare una dichiarazione dal datore di lavoro con l’elenco dei nominativi abilitati alla conduzione della piattaforma e dei nominativi che hanno effettuato l’addestramento e che possono quindi salire in cesta.

Quando parliamo di noleggio a caldo con il proprio operatore che manovra la PLE (ovvero “Piattaforme di lavoro mobili elevabili”) il noleggiatore dovrà farsi rilasciare solamente la dichiarazione da parte del datore di lavoro sull’addestramento per chi sta in cesta.

Per il noleggiatore è importante raccogliere questo tipo di documentazione per poter dormire sonni tranquilli. Per il cliente questo diventa fondamentale poiché lavorare in quota è un’attività che comprende dei pericoli ed è necessario essere accuratamente formati e addestrati.

Le nostre conclusioni

La sicurezza quando si opera con le piattaforme aeree non deve essere mai sottovalutata dato che si lavora in quota. Questo è valido sia nel caso in cui sia il cliente a manovrarla sia nel caso in cui sia l’operatore del noleggiatore a farlo con il cliente in cesta.

In entrambi i casi la familiarizzazione con la macchina e l’addestramento sono due elementi imprescindibili per poter lavorare in sicurezza.

Un noleggiatore professionale si distingue per l’attenzione alla sicurezza e agli importanti servizi che mette a disposizione dei propri clienti, come la formazione.

Il nostro suggerimento è quello di rivolgersi sempre ad un noleggiatore professionale che può supportare il cliente nella scelta della piattaforma più adatta al lavoro da svolgere, ma soprattutto potrà assisterlo nell’effettuare il lavoro in completa sicurezza.

Condividi questo articolo:

Il team content di easyNoleggio cura gli articoli del blog e tutti i contenuti del sito.