Potatura Alberi da Frutto: Attrezzatura e Consigli

Hai da sempre voluto fare tu stesso la potatura alberi da frutto ma hai paura di non farlo nel modo corretto? Questo è l’articolo giusto per te!

potatura alberi
Condividi questo articolo:

Hai già letto delle guide sulla potatura alberi da frutto ma ti sembra che siano incomplete? Siamo qui per aiutarti! In questo articolo non solo troverai tutti i consigli più utili su come effettuare correttamente il taglio e quali strumenti utilizzare, ma scoprirai anche quali sono i periodi dell’anno più adatti alla potatura.

L’articolo è pensato sia per chi è alle prime armi e ha bisogno di consigli pratici su come potare gli alberi da frutto, quando farlo, e come farlo sia per chi ha maggiore esperienza e vuole rinfrescarsi le idee. Se hai abbellito il tuo giardino con delle piante da frutto oppure curi un orto

In più, per aiutarti a prenderti cura delle piante abbiamo incluso anche delle informazioni sul loro trattamento, inclusa la concimazione e la messa a dimora.

Vediamo insieme come prestare la massima cura ai tuoi alberi da frutto in base alle specifiche caratteristiche di ciascuna pianta!

Potatura degli alberi: perché è importante?

La potatura è un’operazione delicata che serve a rimuovere parti di una pianta, per favorire la sua crescita o aiutarla a mantenere una determinata forma. Se non viene eseguito nessun tipo d’intervento e sono lasciati liberi di svilupparsi in modo naturale, molti alberi o cespugli potrebbero crescere male, a dismisura, sovrastando altre piante, o peggio ancora, potrebbero abbandonarsi completamente a parassiti o malattie non trattate.

Nel caso degli alberi da frutto, tagliare via i rami troppo vecchi e secchi significa avere un maggiore controllo sulla produttività, con la certezza che l’albero non si fermi mai e che continui a regalare frutti anche durante le prossime stagioni. La potatura alberi da frutto è essenziale per favorire lo sviluppo dei rami e dei fiori, per rimuovere eventuali contaminazioni e per effettuare una corretta diffusione della luce.

Quali sono i tipi di potatura possibili?

Esistono due tipi di potatura degli alberi che possono essere effettuati.

Taglio leggero

Meglio conosciuto come potatura di mantenimento o potatura secca, in cui si esegue un taglio preciso, con l’unico scopo di migliorare l’estetica della pianta. Si tratta quindi di rimozioni di foglie secche o rami troppo sporgenti e invadenti che sembrano in contrasto con il disegno complessivo del tuo giardino. Se hai da sempre desiderato alberi e piante con forme ben definite e che non invadono i sentieri o lo spazio del tuo vicino, questo è il tipo di taglio che dovrai eseguire periodicamente!

Rimozioni importanti della pianta

Si tratta di un intervento straordinario, fatto in caso di necessità e che ha notevoli conseguenze sul benessere dell’albero. Può trattarsi sia di un semplice taglio di rami per rimuovere la malattia, oppure del trasferimento di un’intera pianta già matura. Questo tipo di potatura alberi da frutto solitamente crea un notevole stress alla pianta, che potrebbe bloccare la sua crescita o la produzione di frutta. Ecco perché assolutamente indispensabile eseguirla solo quando è davvero necessario.

Se noti che il tuo albero produce meno frutta dell’anno scorso, ha più rami secchi oppure sembra crescere solo da una parte, ebbene è ora di mettere le mani sulle forbici!

Giardino perfetto tutto quello che devi sapere

Altri interventi di potatura: la messa a dimora e la concimazione

Ancor prima di poter effettuare la potatura alberi da frutto, ci sono degli interventi essenziali che possono influenzare di tanto lo sviluppo dei tuoi alberi. Come prima cosa, devi sapere che gli alberi da frutto possono essere piantati, e quindi messi a dimora solo nel mese di ottobre e alla fine di aprile (pur con qualche eccezione).

Il metodo più corretto per farlo è creando una buca sufficientemente profonda nel terreno, di almeno 70 cm, con una base di concime sul fondo e adagiarci sopra il tuo alberello. Per concludere il procedimento, copri tutto per bene, pota gli alberi più secchi e annaffia abbondantemente.

Il concime sopra menzionato non è altro che un miscuglio di residui organici ricchi di sostanze nutritive (come azoto, fosforo, potassio), che favoriscono la crescita del tuo albero da frutto. Quest’ultimo può essere sia comprato che realizzato direttamente con i rifiuti organici avanzati dopo la potatura.

Potatura alberi da frutto: 9 regole generali

Prima di esaminare attentamente gli strumenti da taglio o i periodi dell’anno più adatti per la potatura, concentriamoci sulle regole generali sulla potatura che ogni principiante dovrebbe conoscere.

Ecco quali sono:

  1. Nella potatura alberi da frutto, la modalità di taglio eseguita ha funzionalità differenti. I tagli leggeri favoriscono la fioritura, un’uniforme diffusione della luce e dell’aria e influenzano positivamente la produzione di frutta. I tagli drastici e che tolgono grandi quantità di rami, hanno come scopo la ricrescita del legno, al fine d’impedire alla pianta d’invecchiare troppo e smettere di dare i frutti.
  2. Prima di dare inizio alla potatura alberi da frutto, bisogna tenere bene a mente lo scopo del tuo intervento. Vuoi abbellirla o semplicemente rimuovere parti malate? In caso di tagli che servono a modellare la forma dell’albero, dovresti studiare bene le zone da taglio, onde evitare di rimuovere irrimediabilmente parti essenziali dell’albero.
  3. Per crescere e svilupparsi, la chioma dell’albero da frutto ha bisogno di aria e luce, ecco perché dovresti rimuovere tutti i rami che sembrano crescere verso l’interno o che si incrociano e la rendono più folta di quanto dovrebbe essere. Alcuni alberi come il pero e il melo devono avere un buon distanziamento tra i rami, proprio per favorire il massimo sviluppo della frutta.
  4. Non effettuare mai la potatura alberi da frutto nei periodi freddi e quando possono verificarsi le cosiddette ” gelate“, poiché il freddo non solo impedisce alla ferita di guarire, ma potrebbe addirittura creare delle spaccature. Per essere certo se che sia il periodo perfetto per la potatura, esamina attentamente la lista con le mensilità che abbiamo incluso qui sotto!
  5. Dopo ogni taglio di manutenzione, assicurati di aver pulito per bene la zona tagliata, coprendo per quanto possibile la ferita ancora fresca. Proprio per proteggere l’albero da eventuali parassiti, molti esperti consigliano di coprire la zona con cera per alberi o argilla.
  6. Se hai rimosso parti malate di un albero, non abbandonare i resti vicino ad altre piante sane, ma procedi subito al loro smaltimento. In genere i rami malati, anche se triturati, non dovrebbero essere utilizzati come concime o fertilizzante. Se non hai a disposizione dei biotrituratori, potresti sempre noleggiarne uno oppure bruciare i resti infetti per bloccare la loro diffusione dei parassiti.
  7. Per essere certi di eseguire una corretta potatura alberi da frutto, bisogna valutare attentamente le caratteristiche della tua pianta. A seconda del tipo di albero e il frutto che solitamente produce, potrai dover rimuovere più o meno rami. Il melo ad esempio continua a produrre frutta anche su rami secchi, mentre le susine crescono solo su rami giovani.
  8. I rami paralleli, ovvero quelli che partono da un unico pezzo e poi si dividono andando in direzioni differenti, devono sempre essere tagliati. Per essere certo che l’albero da frutto abbia lo spazio sufficiente per produrre, dovrai scegliere il ramo che ti sembra meglio sviluppato e che pende verso l’esterno. Se sei incerto sul posizionamento degli alberi, ancor prima d’iniziare con la potatura alberi da frutto potresti cercare una foto di come dovrebbe essere la chioma del tuo albero.
  9. Se un ramo ti sembra troppo grande per essere tagliato (sia di lunghezza che di spessore), per eseguire correttamente la potatura alberi da frutto dovrai prima accorciarlo per quanto possibile, per poi effettuare un taglio decisivo alla base.
Come fare la potatura alberi frutto

Potatura degli alberi da frutto: il calendario mese per mese

Come sicuramente saprai già, ogni specie ha un periodo ottimale in cui può e dovrebbe essere potata. Per essere certo di da favorire il buon sviluppo della tua pianta e assicurarti un raccolto ricco ogni anno, ecco quando eseguire la potatura alberi da frutto:

  • Gennaio – durante il primo mese dell’anno puoi tagliare i rami di pochi alberi, ovvero solo a quelli che sono più resistenti al freddo e alle possibili gelate. Puoi eseguire la potatura alberi da frutto sul melo, il pero oppure l’albero da kiwi.
  • Febbraio – gli alberi da frutto appena menzionati possono essere potati anche durante questo mese e in più, potrai tagliare i rami anche del susino e dell’albicocco. Chi ha i vitigni, può cominciare a prendersi cura anche della vite.
  • Marzo – è il mese degli agrumi, quindi potrai cominciare a potare i tuoi limoni o aranci. Questo periodo è altrettanto favorevole anche per la pesca e la vite.
  • Aprile – è un periodo poco dedicato alla potatura intensiva e in cui dovrebbero essere rimossi solo i rami troppo secchi e danneggiati dal freddo invernale. Come dice un vecchio proverbio: “la vite che viene potata in aprile lascia svuotato ogni barile.”
  • Maggio – è il mese in cui puoi dedicarti interamente agli interventi estetici, rimuovendo piccole parti di rami per dare una forma al tuo albero.
  • Giugno – è il momento ideale per la potatura alberi da frutto che non abbiamo ancora menzionato.
  • Luglio e Settembre – ovvero il periodo immediatamente successivo al raccolto in cui puoi potare i rami troppo vecchi, secchi o le parti che ti sembrano morte.
  • Ottobre – è il mese di riposo sia per gli alberi da frutto che per i potatori esperti. Non dovrai quindi rimuovere alcuna parte della pianta.
  • Novembre e Dicembre – trattandosi di mesi freddi e con venti forti, potrai potare gli stessi alberi resistenti dell’inizio anno. Quindi solo il susino durante il primo mese e il melo, il kiwi e il pero anche durante l’ultimo mese dell’anno.

Attenzione però! Questo elenco è puramente indicativo e tiene conto solo delle caratteristiche della pianta e non la sua reale condizione. Se per esempio hai un albero da frutto malato, con rami marci e pieni di parassiti, non dovrai attendere il mese indicato per procedere con la potatura alberi da frutto.

La potatura alberi da frutto è sì un lavoro di precisione, ma richiede anche una certa empatia nei confronti della pianta e comprensione del suo stato di salute. Sarai quindi tu il miglior giudice delle sue condizioni e quindi potrai effettuare tagli anche fuori stagione!

Arbusto, cespuglio fruttifero e albero da frutto: le differenze

I periodi previsti per la potatura alberi da frutto può subire qualche variazione in base alle dimensioni e al tipo di pianta che possiedi. Ecco come e in che modo procedere con la potatura:

I cespugli a fuso

Se hai poco spazio a disposizione, queste tipologie di piante sono da preferire perché non diventano troppo alte, ma si sviluppano in larghezza. Alberi da frutto come il melo, il pero e il susino possono essere coltivati anche cosi, pur subendo una procedura di taglio diversa, e cioè rimuovendo il getto verticale.

Per favorire la produzione e la rigenerazione dei cespugli, dovrai rimuovere periodicamente i rami che crescono verso l’interno, cercando per quanto possibile di mantenere una forma piramidale.

Gli arbusti

Si tratta di una pianta simile agli alberi, che però ha un tronco molto più corto, che la costringe a restar e più vicina al terreno. In questo caso il taglio dovrebbe seguire lo sviluppo naturale della pianta, effettuando la potatura alberi da frutto subito dopo la fioritura, anche se dovesse accadere in primavera. Ci sono alcuni alberi da frutto, come il melo e il pero, che si prestano bene anche a questa tipologia di potatura.

Gli alberi da frutto medio-alti

Anche gli alberi medio alti non hanno un tronco molto sviluppato, ma questo non significa che non sono in grado di produrre tanti frutti. Per favorire al massimo il loro sviluppo però, dovrai prestare particolare attenzione alla chioma.

Il segreto di una potatura alberi da frutto efficiente, è di rimuovere i rami che crescono verso l’interno, mantenendo un distanziamento piuttosto ampio tra quelli portanti. Cosi facendo, riuscirai a favorire la massima diffusione dell’aria e della luce.

Attrezzi potatura alberi da frutto: guida alla scelta

Ora che sai quali sono i periodi migliori in cui eseguire la potatura alberi da frutto, vediamo insieme quali sono gli attrezzi da giardino in grado di eseguire un taglio netto e pulito. Per eliminare per quanto possibile lo stress della pianta, dovrai scegliere solo utensili ben affilati e che siano realizzati con materiali resistenti e duraturi.

Per essere certo di scegliere l’attrezzatura migliore per te, valuta attentamente le dimensioni del ramo da tagliare e la quantità di alberi da frutto che devi curare

Forbici da giardino

Sono strumenti affilati e appositamente ideati per la potatura alberi da frutto. In commercio ne troverai di due tipologie: manuali o elettriche/a batteria. Nel primo caso sarai proprio tu ad esercitare la forza necessaria per separare i rami, mentre nel secondo, sarai aiutato da un sistema apposito. Pur essendo conosciute anche come cesoie, si differenziano da quest’ultime non solo per il diverso tipo d’impegno e forza richiesto per il lavoro, ma anche per la possibilità che siano a lama singola o doppia.

La forbice a batteria ELECTROCOUP F3015, che trovi sul nostro sito e puoi noleggiare con un click, riesce a tagliare fino a 4 cm ed è perfetta sia per lavori professionali che per lavori amatoriali.

potare alberi nel modo giusto

Troncarami

Pur essendo simile alla cesoia, l’elemento che gli contraddistingue sono i manici incorporati. Quest’ultimi non solo ti permettono di avere una presa maggiore sullo strumento ma ti aiutano anche a esercitare maggiore forza per la potatura alberi da frutto con rami più spesi (anche con 5 centimetri di diametro).

La sua forma telescopica poi, ti permette di effettuare la potatura alberi anche nelle parti alte e difficilmente raggiungibili della chioma. Anche in questo caso troverai in commercio strumenti con forme differenti, manuali, elettrici e persino a batteria o a scoppio.

Il seghetto

È il migliore con cui eseguire tagli netti e precisi durante la potatura alberi da frutto, sia dei rami che si trovano più in alto. Esistono infatti i modelli a mano o telescopici e che quindi si allunga verso le zone che devono essere potate. A differenza degli altri strumenti appena esaminati, questo è solo manuale, è dotato di un’unica lama dentata ed è estremamente efficiente nel rimuovere i rami indesiderati.

Svettatoio

È un altro strumento da taglio in grado di raggiungere le aree più alte, permettendoti di potare in sicurezza e senza dover necessariamente utilizzare una scala. Grazie al suo braccio telescopico potrai effettuare tagli netti e precisi anche a parecchi metri di altezza da terra.

Lo svettatoio ZMV4 disponibile su easyNoleggio è lo strumento perfetto per raggiungere anche i rami più alti quando si potano gli alberi da frutto: grazie al braccio estensibile si riesce a potare fino a 5,7 mt. senza dover utilizzare altri accessori.

Lo strumento in più: guanti e occhiali

Per eseguire un lavoro preciso e in completa sicurezza ti consigliamo d’indossare sempre dei guanti resistenti e un paio di occhiali di protezione. In più, per favorire per quanto possibile la ripresa del tuo albero da frutto, ricordati di ricoprire il taglio appena fatto con del mastice cicatrizzante o un impasto di argilla.

il noleggio di piattaforme aeree

Piattaforme aeree per potare gli alberi

Per la potatura di alberi importanti, non da frutto, una piattaforma aerea può essere la soluzione ideale. Scopri tutto sulle piattaforme aeree nella nostra guida completa e, se sei interessato al noleggio, vai sul nostro sito e scopri tutte quelle disponibili.

[banner id=”3149″] [banner id=”3161″] [banner id=”3147″]

Noleggio Attrezzi Giardinaggio e Potatura

La potatura degli alberi da frutto è un’attività che richiede impegno, proprio perché da questa operazione dipenderà lo sviluppo dell’albero e dei suoi frutti. Per questo motivo, è necessario utilizzare un’attrezzatura apposita e all’avanguardia, che permetta di risparmiare tempo e di lavorare in efficienza.

E’ proprio a questo scopo che noleggiare un’attrezzatura può risultare più economico ed efficace che non acquistarla.

La possibilità di usufruire di macchinari e accessori all’avanguardia e nelle migliori condizioni solo quando ne hai effettivo bisogno e la possibilità di usare anche macchinari complessi per operazioni di routine o straordinarie, sono solo alcune delle possibilità che il noleggio macchinari e strumenti per la potatura di alberi da frutto ti offre.

Di seguito abbiamo selezionato alcuni attrezzi che possono fare al caso tuo:

[banner id=”3361″] [banner id=”3364″] [banner id=”3367″]

Dai un’occhiata alla sezione con tutti i prodotti se invece stai cercando macchinari e attrezzature per il giardinaggio a noleggio e scegli quello o quelli che preferisci: sarà nostra cura fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno, guidandoti nel noleggio in maniera facile e veloce.

Condividi questo articolo: