Macchine Movimento Terra: Come Usarle in Sicurezza

Stai per iniziare un nuovo progetto e vuoi essere certo di utilizzare le macchine movimento terra in sicurezza? Abbiamo preparato questa guida proprio per te!

Non è un segreto che l’uso improprio di macchine movimento terra possa causare incidenti e persino decessi sul posto di lavoro. Bulldozer, motolivellatrici, livellatrici, escavatori, compattatori possono causare danni involontari a persone e cose se non vengono utilizzati con la dovuta sicurezza. Ma quindi quali sono le operazioni da compiere per mettere insicurezza il tuo team? In questo articolo tratteremo proprio di questo!

Insieme vedremo quali sono le operazioni complesse e i rischi a esse collegate. Prima di metterti alla guida di questi mezzi è fondamentale aver seguito un corso di formazione e aver preso le dovute precauzioni in termini d’ispezione e manutenzione della macchina.

Quel che è certo è che gli incidenti possono capitare a tutti, sia agli operatori principianti che a quelli già esperti, ecco perché abbiamo raccolto le indicazioni degli esperti e i consigli che ti permetteranno di usare le macchine per la movimentazione della terra in sicurezza e senza alcun problema.

Cosa sono le macchine movimento terra?

Le macchine movimento terra sono i mezzi pesanti utilizzati per le attività più difficili da svolgere in campo edile, agricolo e persino per la posa delle tubature. Le loro dimensioni e la complessità dei lavori da svolgere fanno sì che siano ad alto rischio d’incidenti e infortuni, qualora l’operatore o la squadra non siano sufficientemente preparati dal punto di vista teorico, pratico e tecnico.

La distinzione classica da fare tra le macchine movimento terra riguarda il tipo di attività che esse svolgono. Ci sono infatti:

  • Macchine fisse per lo scavo: si tratta di un mezzo in grado di svolgere le attività di scavo dopo essere stato ben sistemato in una determinata posizione. Pur avendo una struttura fissa, il suo braccio mobile sfrutta quest’immobilità per rimuovere i materiali e scaricarli negli appositi contenitori. Le attività di queste macchine movimento terra possono essere suddivise in varie fasi, ciascuna da compiere con la dovuta accortezza: lo scavo, il sollevamento, lo spostamento per scaricare e il ritorno alla zona di lavoro. Considerata la stabilità di questi mezzi, grazie anche ai sistemi cingolati incorporati, sono spesso utilizzati per le attività su terreni poco compatti, come quelli in prossimità dell’acqua o per i lavori nelle cave.
  • Macchine movimento terra mobili: utilizzano la forza generata da tutto il corpo della macchina per sollevare o scaricare materiali di ogni genere. Quando parliamo di questi mezzi ci riferiamo ai macchinari utilizzati soprattutto per livellare il suolo, che danno la spinta necessaria al braccio mobile anche grazie alla potenza del motore e alle ruote ben piantate a terra. Durante l’utilizzo di questi macchinari dovrai prestare particolare attenzione alle condizioni del terreno e alla possibile presenza di ostacoli.
  • I mezzi dedicati al trasporto di materiali: sono le macchine movimento terra esclusivamente dedicate alla raccolta e al trasporto di materiali di scarto oppure no, presente nei cantieri o nei terreni accidentati. Dotate di contenitori sufficientemente ampi, esse si distinguono per la loro potenza e il peso massimo supportato. Considerate le loro dimensioni imponenti, questi mezzi possono solitamente circolare su strada solo se il conducente è dotato di un apposito permesso di guida, solitamente C.

Pur sembrando delle macchine difficili da gestire, ti ricordiamo che il loro utilizzo è alquanto diffuso e che tocca non solo l’ambito industriale o agricolo, ma persino le attività domestiche. Se sei un appassionato del genere, e hai già seguito un corso di formazione, non è necessario che tu abbia la tua attività o una partita IVA per poterne usufruire.

utilizzare le macchine movimento terra in sicurezza

I modelli più conosciuti e utilizzati

Ora che sai quali sono le funzionalità delle macchine movimento terra, per fare chiarezza riteniamo sia utile esaminare da vicino alcuni dei modelli più utilizzati in assoluto. Ancor prima di selezionare quello più adatto ai lavori che devi svolgere, leggi attentamente le caratteristiche di ciascuno e presta particolare attenzione anche alle raccomandazioni sulla sicurezza.

Ecco quelli di cui avrai sicuramente già sentito parlare:

Escavatore

Appartiene alla categoria delle macchine movimento terra mobili, utilizzate soprattutto per la realizzazione di scavi di grandi dimensioni. Questo mezzo può essere utilizzato anche per sollevare e trasportare il materiale, grazie anche alla stabilità della struttura conferita dai cingoli o le ruote alla base. Una delle caratteristiche di questa macchina è il suo corpo rotante, meglio conosciuto anche come torretta, che permette all’operatore di avere una visione di 360 gradi dello spazio che lo circonda.

Potente, affidabile e in grado di compiere i lavori più difficili nel minor tempo, questo strumento dev’essere usato con la massima cura e solo sui terreni ben livellati. È ormai possibile trovare in commercio anche la versione mini di questa macchina, particolarmente adatta agli scavi di dimensioni ridotte, come ad esempio quelle necessarie per la posa delle recinzioni da giardino.

Pala caricatrice

Si tratta di una delle macchine movimento terra più utilizzate in assoluto, poiché in grado di compiere velocemente operazioni collegate al trasporto, carico, scarico, sollevamento e persino gli scavi. La sua struttura è solitamente composta da una benna, che può operare in varie direzioni e un sistema per il moto a cingoli o con ruote. La versatilità di questo mezzo sta proprio nella possibilità di aggiungere quanti più accessori necessari per l’attività che devi svolgere.

Posatubi

Come dice il nome stesso, sono le macchine movimento terra impiegate nel trasporto e il posizionamento di tubazioni. La struttura è dotata di un sistema di sollevamento, necessario per introdurre i tubi nel perimetro precedentemente scavato. In grado di raggiungere l’equilibrio grazie a un elemento aggiunto, la zavorra, queste macchine si differenziano dagli accessori da montare sulle terne poiché non sono fissi e possono circolare liberamente.

Compattatore e Grader

Sono le macchine movimento terra utilizzate soprattutto durante i lavori stradali, poiché in grado di esercitare sufficiente pressione con i grandi cilindri metallici da rendere liscia la superficie appena posata. Anche i Grader svolgono la medesima funzione, ma in più ha in dotazione anche una lama in grado di compiere diversi movimenti necessari per muovere il terreno ancor prima di ricompattarlo.

Terne

Se operi nel settore dell’edilizia o della ristrutturazione, queste macchine movimento terra non ti sono di certo nuove. Efficienti e versatili, questi mezzi possono essere utilizzati per sollevare, caricare, trasportare e poi scaricare qualsiasi tipologia di materiale. La sua struttura è simile alle altre, include una benna, un sistema per il moto e una lama apripista.

In commercio si possono trovare sia quelle fisse che articolate, oltre che un ampio numero di accessori da collegare. Anche questa macchina include un posto a sedere per l’operatore, dotato di cintura di sicurezza e vetri protettivi.

I modelli di ultima generazione

Una menzione a parte va anche ai modelli di ultima generazione, che pur avendo dimensioni ridotte, compiono su scala ridotta le medesime attività delle macchine movimento terra. Considerato il loro peso decisamente inferiore e la semplicità operativa, questi mezzi sono da preferire per i piccoli lavori urbani come ad esempio la canalizzazione, gli scavi o la demolizione di piccole strutture.

Anche in questo caso l’operatore dev’essere sufficientemente preparato e deve prendere le necessarie misure affinché non vi siano danni ad altre strutture o mezzi. È bene sapere che per svolgere alcuni lavori nei centri abitati, non solo dovrai rispettare determinate soglie per il rumore, ma è dovrai anche richiedere il permesso per i lavori al Comune.

I rischi connessi all’utilizzo delle macchine movimento terra

Le macchine movimento terra, proprio perché compiono delle operazioni complesse, sono state catalogate dal legislatore come “mezzi ad alto rischio”. In quanto tale, dopo sufficienti studi di settore, sono state introdotte regole ben precise in materia, che calcolano i rischi connessi a queste attività. Per menzionarne alcune, ti ricordiamo il ben noto D.Lgs n. 81/2008, la legge 125/2001 e persino l’Accordo Stato-Regioni del 2012.

Proprio per essere certi che il lavoro viene svolto nella completa sicurezza e le macchine movimento terra sono guidate solo da persone preparate, è stato reso obbligatoria la frequentazione di appositi corsi per ottenere l’abilitazione prima di mettersi alla guida. Ecco quali sono alcune delle situazioni di pericolo che potrebbero presentarsi:

  • Il sollevamento non sicuro di materiale, che mette a rischio di caduta ogni operazione compiuta dal braccio meccanico. Nel caso di peso sproporzionato rispetto alla potenza della macchina, rischi persino di creare dei danni seri al tuo mezzo.
  • Altri rischi di danneggiamento del mezzo sono solitamente dovuti all’errata valutazione dell’operatore dello spazio circondante per il movimento in sicurezza del mezzo. Alcune delle situazioni più pericolose si creano quando il mezzo viene in contatto con linee ad alta intensità oppure rischia di urtare le altre macchine da lavoro.
  • Il possibile rovesciamento o ribaltamento durante lo spostamento su terreni non ben livellati. Ecco perché devi assicurarti di aver ben esaminato il terreno su cui andrai a operare, segnando visibilmente gli ostacoli e facendo affidamento sulle guide nei punti cechi.
  • Il rischio d’infortunio dell’operatore a causa della cattiva manutenzione della macchina oppure del suo utilizzo scorretto. Questa è sicuramente la situazione di pericolo più ricorrente, strettamente collegata alla disattenzione degli operatori, degli addetti alla sicurezza o all’ispezione.

Ci teniamo a ricordarti che queste regole sono state poste a tutela della sicurezza e la salvaguardia dei lavoratori ed è proprio per questo che sono severamente puniti coloro che non rispettano la legge. Infine è assolutamente importante che ogni operatore indossi i dispositivi di sicurezza forniti dal datore di lavoro.

L’importanza dei corsi di formazione

Considerati i rischi appena esaminati, non sorprende che il nostro ordinamento impone agli operatori che vogliono lavorare su queste macchine movimento terra, la frequentazione di un corso di abilitazione. Quest’ultimo è l’unico modo per assicurarsi che il lavoratore abbia tutte le conoscenze tecniche, teoriche e pratiche necessarie a gestire al meglio questi giganti.

Infatti, una buona preparazione include diversi moduli, sia normativi che tecnici, che aiutano lo studente a meglio conoscere la macchina, le situazioni di pericolo e le modalità per ovviarle. Le ore dedicate alla formazione devono quindi essere correttamente distribuite e per completare il percorso, è prevista una prova finale. Il patentino ha una durata massima di 5 anni e può essere rinnovato solo dopo aver frequentato un ulteriore corso di aggiornamento.

Con così tanti corsi presenti in commercio, può essere difficile individuare la preparazione che fa al caso tuo. Fortunatamente, per aiutarti, abbiamo già preparato una guida semplice e completa sui corsi per macchine movimento terra ed escavatori!

scopri i corsi di formazione su easynoleggio
macchine movimento terra

8 Consigli per Usare in sicurezza le Macchine Movimento Terra

Per aiutarti a comprendere quali sono solo alcune delle attività da compiere per evitare i possibili infortuni e incidenti, abbiamo stilato la lista a seguire. Attenzione però! Leggendo queste indicazioni non ti libera dall’obbligo di frequentazione di un corso per macchine movimento terra.

Ecco come puoi ridurre al minimo gli incidenti causati dai macchinari pesanti:

  1. Controlla la stabilità del terreno prima di attraversarlo con i macchinari pesanti. Un terreno troppo morbido può far sì che una macchina pesante si ribalti o che addirittura giri su sé stessa. Consapevoli che i cantieri sono speso posizionati in zone dissestate, la considerazione da fare in questo caso è strettamente collegato all’equilibrio raggiungibile dal tuo mezzo. In alcuni casi, come in prossimità dell’acqua, le macchine movimento terra fisse sono da preferire a quelle mobili.
  2. Fai attenzione ai punti ciechi. Se il tuo campo visivo è limitato, devi necessariamente fare affidamento su di un collega, posizionato a debita distanza ma comunque visibile per il conducente. Questi soggetti, meglio conosciuti come guide devono essere a loro volta istruiti sul coretto utilizzo dei segnali manuali e i rischi connessi alla cattiva gestione del mezzo. Per favorire per quanto possibile la comunicazione tra i due, molti fanno affidamento sugli strumenti elettronici, come ad esempio le radio ricetrasmittente che operano su più canali.
  3. Prima di compiere qualsiasi attività con le macchine movimento terra, come ad esempio sollevare e spostare carichi di grandi dimensioni, dovrai sempre controllare che tutti gli altri operai siano a debita distanza di sicurezza. A tal fine potrebbe essere necessario nominare un preposto alla sicurezza.
  4. Effettua una corretta analisi del suono e del sottosuolo e contrassegna visibilmente tutti i pericoli riscontrati. Ci riferiamo agli ostacoli fisici naturali, come le buche o i tronchi di alberi appena tagliati. Uno degli esempi più ricorrenti dei corsi di formazione è che se si colpisce accidentalmente una linea elettrica aerea con un braccio meccanico o si scava vicino a una linea elettrica sotterranea, si corre il rischio di folgorazione.
  5. Le cinture di sicurezza, come anche tutti i mezzi di protezione personale, proteggono la vita dei lavoratori in caso d’incidente o infortunio. Nella peggiore delle ipotesi, ovvero durante un possibile ribaltamento delle macchine movimento terra, questi accessori tengono ben saldi gli operatori e proteggono i loro organi vitali.
  6. Una delle maggiori cause di lesioni sono le cadute durante la salita e la discesa dalle macchine movimento terra.Per essere certo di non compiere movimenti sbagliati, mantieni sempre un contatto a 3 punti (due mani e un piede, o due piedi e una mano) ogni volta che devi operare con questo tipo di macchine. La regola generale che vale per tutti, è di non saltare mai!
  7. Non lasciare mai un macchinario in pendenza con il motore acceso: pur trattandosi di una raccomandazione ovvia, non tutti sanno che le vibrazioni del motore e il peso complessivo delle macchine movimento terra possono contribuire a metterla in moto.
  8. Per evitare il più possibile il rischio di ribaltamento, si consiglia di caricare e scaricare sempre l’attrezzatura su un terreno pianeggiante. Anche queste operazioni creano vibrazioni e oscillazioni alla struttura, che possono mettere in pericolo la sicurezza della tua squadra.

Il controllo delle macchine movimento terra

Una delle prime attività da compiere, prima d’iniziare i lavori, è assicurarsi che le macchine movimento terra siano state ben mantenute e che non presentano danneggiamenti. In più, è importante avere a portata di mano anche il libretto delle istruzioni e il certificato del produttore.

Durante la fase di riposo, questi mezzi devono essere custoditi accuratamente, a debita distanza uno dall’altro e in strutture sufficientemente grandi e ben protette. Nel caso delle macchine movimento terra dedicate agli scavi, può essere utile una pulizia periodica dei bracci meccanici, non solo per rendere visibile la componentistica, ma per evitare che le incrostazioni creino danni a lungo andare.

Tutte queste operazioni sono essenziali per il buon funzionamento della macchina e la sua durabilità nel tempo. Considerato il loro costo non indifferente, la fase della manutenzione è essenziale non solo per garantire la massima sicurezza durante i lavori, ma anche per ridurre al minimo i costi delle riparazioni.

Noleggio Macchine Movimento Terra: la soluzione perfetta!

Se pensi di non avere le conoscenze adatte a compiere le operazioni appena trattate, oppure se preferisci minimizzare i costi e massimizzare i risultati una valida alternativa, che ti permette di fare affidamento su soggetti esperti è il noleggio. Affidandoti alle imprese di questo tipo avrai la certezza non solo che le macchine movimento terra siano in ottime condizioni, ma che siano anche state accuratamente ispezionate, revisionate e sottoposte a manutenzione.

Infatti come abbiamo visto, il noleggio è sicuramente più conveniente rispetto all’acquisto in casi come questo e ti permette una flessibilità e una riduzione dei costi immediatamente evidente.

Puoi essere certo che noleggiando le macchine movimento terra con easyNoleggio, riceverai le macchine in buone condizioni e in regola con gli standard per la sicurezza richiesti dalla legge. In più, siti come quello appena menzionato dedicano intere sezioni anche ai corsi di formazione per l’operatore.

Condividi questo articolo:

Il team content di easyNoleggio cura gli articoli del blog e tutti i contenuti del sito.