Come Diventare Carrellista

carrellista
Condividi questo articolo:

Corsi e Informazioni sul Patentino Muletto

Quella del carrellista è una delle mansioni più ambite e richieste nel mondo professionale.
La figura del carrellista è essenziale nel mondo del lavoro non solo in ambito logistico, ma anche in quello produttivo.
Si tratta infatti di una figura altamente qualificata, quindi sempre richiesta.

Tutti possono diventare carrellista, a patto che si seguano le regole e le leggi in materia.
Che tu sia un lavoratore dipendente, un libero professionista o in cerca di occupazione da qualche tempo, con questo tipo di qualifica le possibilità di trovare lavoro aumenteranno notevolmente.

In questo articolo troverai le informazioni più importanti sul percorso da seguire per diventare un ottimo carrellista e ottenere il patentino muletto.

Cosa Fa il Carrellista?

L’operaio carrellista è una figura professionale qualificata che dispone di un’idonea preparazione per adoperare in completa sicurezza un muletto o un carrello elevatore.
Si tratta di un operatore in grado di manovrare con precisione e abilità un macchinario in qualsiasi ambiente, compresi quelli più ristretti.

Ecco alcune delle principali mansioni del carrellista:

  • Carico e scarico dei materiali indicati negli ordini, prestando massima attenzione al materiale da trasportare;
  • Collocazione e smistamento di merci e materiali all’interno di depositi, cantieri edili, magazzini o impianti di produzione;
  • Controllo qualità del prodotto trasportato per garantire l’assenza di danni;
  • Controllo periodico delle giacenze e partecipazione attiva all’inventario, registrazione istantanea di tutti i prodotti in entrata e in uscita dal magazzino tramite utilizzo di lettori di codici a barre, scanner e software gestionali.

Un buon mulettista deve essere in grado di operare su diverse tipologie di mezzi riconoscendo gli eventuali malfunzionamenti o danni al fine di preservarne l’integrità.

La responsabilità di chi lavora con i carrelli elevatori va oltre la semplice movimentazione della merce, dato che il carrellista deve provvedere a utilizzare il carrello elevatore garantendo l’incolumità degli altri e l’integrità del materiale trasportato.

I Diversi Impieghi del Carrellista

La figura del carrellista è polivalente.

Per offrirti una panoramica generale, ecco alcuni dei ruoli più richiesti:

  1. Il carrellista magazzinere si occupa del prelievo e dello spostamento degli ordini dal magazzino agli automezzi (addetto al picking) e dello scarico delle merci in entata. Per questo tipo di impiego si richiede la massima precisione per lo smistamento o lo scarico in ingresso, ma anche attenzione alla qualità del prodotto che si sta prelevando. Il carrellista deve infatti controllare lo stato della merce ancor prima di sistemarla nella zona dedicata allo stoccaggio;
  2. Il mulettista può inoltre essere impiegato nel settore produttivo, dove sarà responsabile di caricare il materiale necessario alle macchine di produzione, controllando che le operazioni vengano eseguite correttamente. Deve operare con la massima precisione e attenzione mentre sposta la merce dai depositi e seguire regole precise per quanto riguarda la circolazione negli spazi preposti. Infine, si assume interamente la responsabilità per la corretta conservazione e il trasporto del carico, preoccupandosi di spostarlo senza arrecare alcun danno a persone e oggetti.

Entrambi gli incarichi appena esaminati possono prevedere delle attività accessorie come l’utilizzo degli scanner ottici per leggere i codici a barre dei prodotti, la registrazione dei prodotti nel sistema informatico del magazzino, il controllo dei prodotti presenti e la partecipazione all’inventario periodico dei prodotti.

La carriera del carrellista offre diversi sbocchi professionali.
Una volta acquisita l’esperienza necessaria si può diventare responsabili di magazzino, di produzione o ricoprire incarichi di coordinazione e gestione interna.

Orario di Lavoro e Retribuzione

Essere carrellisti significa assumersi importanti responsabilità.

Una volta ottenuta la tua abilitazione potrai rendere il tuo profilo professionale molto più appetibile e aumentare le possibilità di trovare un lavoro ben retribuito.
Infatti, si tratta di una professione altamente richiesta in qualsiasi settore e tipologia di magazzino di tutto il mondo.

Nei grandi magazzini il lavoro del carrellista è spesso suddiviso in più turni, in modo da coprire l’intera giornata.

Per mantenere alto il livello di rendimento, nelle catene di produzione e distribuzione vengono spesso richiesti degli straordinari ben retribuiti.
Le tabelle del CCNL dedicate ai lavoratori addetti alla logistica, alla spedizione e al trasporto delle merci prevedono una retribuzione minima di 1.440 euro, fino ad arrivare a oltre 2.200 euro con vari scatti di anzianità.

Come Ottenere il Patentino Muletto?

Per ottenere il patentino muletto e diventare carrellista è necessario seguire un apposito corso e superare dei test per diventare addetti alla conduzione di carrelli elevatori e ottenere l’abilitazione professionale.

Chi guida un carrello elevatore deve godere di buona salute psicofisica e distinguersi per un alto grado di serietà e affidabilità.
Sono infatti richiesti per legge controlli periodici per accertarsi che l’operatore non utilizzi il mezzo sotto l’influenza di alcool o stupefacenti.

Inoltre, è richiesta una certa flessibilità circa gli orari e i turni da svolgere, oltre che una buona predisposizione al lavoro di squadra e delle ottime doti comunicative.
È spesso il carrellista a stringere accordi necessari con gli autisti degli automezzi e i lavoratori della linea di produzione, mantenendo un contatto costante con il proprio responsabile.

corsi carrellista
Training on a forklift

Corsi di Formazione per Carrellisti

Per poter ottenere il patentino muletto, la legge prevede che il professionista venga formato per operare in totale sicurezza.
I requisiti teorico-pratici devono rispettare l’articolo 73 del D.Lgs. n. 81/2008 e l’Accordo Stato Regioni del 2012.

Dopo il superamento dell’idoneità psico-fisica, sarà necessario dedicare un determinato numero di ore al corso di formazione, fondamentale per superare la prova finale e ottenere l’abilitazione.

Secondo il comma 4 dell’articolo 73, l’addestramento del carrellista può diventare necessario anche quando:

  • Sono state introdotte delle nuove mansioni rispetto a quelle che si stavano svolgendo in precedenza. Ad esempio, se bisogna operare su un differente tipo di carrello elevatore con nuove sostanze, tecnologie o materiale pericoloso.
  • Quando il lavoratore viene trasferito e deve svolgere mansioni completamente differenti.

Tuttavia, il corso dev’essere tenuto da un professionista esperto in grado di dedicare la giusta attenzione a tutti i moduli richiesti.
Un buon percorso di studio viene accuratamente diviso in varie fasi per trattare ogni aspetto fondamentale in modo completo, dalla teoria alla pratica.

Ti trovi in Veneto?
Scopri il corso di formazione per diventare carrellista!

Per essere certi di aver chiarito il concetto, vediamo insieme quali sono i principali moduli che non devono mancare in ogni buon corso di formazione!

Il Modulo Giuridico Normativo

Per ottenere il patentino muletto dovrai conoscere la normativa generale e speciale in materia di sicurezza sul lavoro, come l’adozione di adeguati DPI, acronimo che indica i dispositivi di protezione individuale.

Anche se leggi e precauzioni possono sembrare noiose, devi sapere che sono strettamente collegate alla responsabilità quotidiana del carrellista e per questo sono fondamentali da conoscere e rispettare.

Il Modulo Tecnico

È la parte più ampia del corso che tratta le diverse tipologie di carrelli elevatori prendendo in considerazione anche i singoli rischi connessi al loro utilizzo.
Un carrellista preparato deve essere in grado di valutare correttamente le situazioni di pericolo per reagire tempestivamente in caso di emergenza e difficoltà.

Ecco alcune delle nozioni più importanti che studierai durante questa fase del corso:

  • Nozioni di fisica elementare strettamente collegate al movimento dei carichi più pesanti, all’equilibrio sul mezzo e a come mantenere il carrello stabile durante il movimento;
  • Analisi degli eventuali rischi connessi all’ambiente circostante o al movimento della macchina, con riferimento anche alla portata massima del carrello elevatore;
  • Spiegazione relativa alle principali componenti del mezzo, necessaria a preparare l’operatore per la parte relativa alla manutenzione. Durante queste ore esaminerai le principali componenti del carrello come i montanti, le forche, i dispositivi di comando e i sistemi che servono a ricaricare le batterie;
  • Controlli periodici come le verifiche ai freni, ai montanti, al motore o ai diversi dispositivi di sicurezza;
  • Le procedure di utilizzo in sicurezza dei carrelli elevatori, tra cui le operazioni da compiere durante il posizionamento o il sollevamento, l’utilizzo della segnaletica o il superamento di eventuali ostacoli mobili o fissi.

Questa parte del corso è incentrata soprattutto sugli elementi teorici relativi al mezzo e al suo utilizzo nel modo più corretto.

Per diventare carrellista dovrai quindi sapere come gestire al meglio gli eventuali imprevisti legati non solo all’ambiente lavorativo ma anche allo stato complessivo del carrello.

Lo scopo ultimo di questo modulo è quello di prevenire eventuali pericoli come il rovesciamento, la caduta del carico, l’urto con altri mezzi o persone e i rischi collegati all’ambiente e all’energia utilizzata.

Il Modulo Pratico

Ed eccoci arrivati alla parte più dinamica e interessante del corso, ovvero quella in cui imparerai a guidare e gestire il muletto.
L’istruttore carrellista ti seguirà durante i percorsi di prova spiegandoti come effettuare sempre le giuste manovre e i movimenti da fare in base al peso e al tipo di carico da trasportare.
Imparerai il rilascio, la sosta, il sollevamento, la presa e persino come utilizzare al meglio i dispositivi di sicurezza e segnalazione.

Gran parte delle ore dedicate a questo modulo servono anche a capire come effettuare la manutenzione e le verifiche imposte dalla legge.

La Prova Finale

Per ottenere il patentino muletto valido 5 anni è necessario superare la prova finale.
Dovrai dimostrare di aver imparato a manovrare al meglio il tuo carrello sia nelle situazioni di pericolo, sia durante le operazioni più semplici.

Sarai interrogato e valutato da una commissione di esperti che in caso di esito positivo rilascerà il certificato di idoneità.
Grazie all’abilitazione potrai cominciare a cercare lavoro fin da subito, con l’unica condizione di mantenerti aggiornato sulle nuove normative e seguire i corsi di aggiornamento ogni 5 anni.

L’abilitazione è valida su tutto il territorio italiano, indipendentemente da dove hai effettuato il corso.

Ti trovi in Veneto? Scopri il corso di formazione per diventare carrellista!

Le Sanzioni Per Chi Non Rispetta la Legge

Per diventare carrellista e ottenere il patentino muletto è necessario seguire un corso di formazione obbligatorio.
Per chi utilizza un carrello elevatore senza l’apposita abilitazione, la legge prevede sanzioni salate sia nei confronti del lavoratore che del datore di lavoro.

La giurisprudenza punisce prima il datore di lavoro, il quale oltre a non fornire un’adeguata formazione al lavoratore non ha nemmeno preso le dovute precauzioni per garantire la sicurezza del personale ed evitare situazioni di pericolo o infortuni.

Non mancano inoltre le sentenze di condanna per utilizzo improprio del carrello elevatore e quelle nei confronti di chi guida il muletto sotto l’influenza di alcool o sostanze stupefacenti.

3 Consigli per Scegliere il Miglior Corso Carrellista per Te

Se stai cercando un corso per ottenere il patentino muletto e vuoi essere certo di scegliere quello migliore per te, tutto ciò che devi fare è seguire attentamente i consigli presenti in questo articolo.
I criteri generali che abbiamo individuato ti aiuteranno a comprendere quali sono gli elementi a cui non devi assolutamente rinunciare e quelli che ti aiutano a capire se un corso è un buon investimento in termini di tempo e denaro.

Scegli un Corso Completo Con un Numero Adeguato di Ore

Per essere certo di ricevere un’adeguata preparazione professionale in regola con la normativa vigente, scegli un corso per carrellista offerto da centri di formazione con esperienza sul campo.
Un buon corso espone con chiarezza i moduli da seguire e il tempo necessario per ottenere il patentino muletto.

Preparazione Istruttore e Numero Iscritti

Se vuoi diventare un ottimo carrellista hai bisogno di un ottimo istruttore competente, attento e a sua volta formato per insegnare al meglio a un determinato numero di partecipanti.

L’insegnante deve essere preparato dal punto di vista teorico e tecnico, oltre ad avere abbastanza esperienza dal punto di vista pratico.

Anche il numero di iscritti è direttamente collegato all’attenzione che l’istruttore potrà concedere a ciascuno studente: una classe troppo numerosa riduce notevolmente il grado di attenzione che l’insegnante potrà dedicarti.

Costo Patentino Muletto

Per essere certo di scegliere il corso migliore e diventare un buon operaio carrellista non dovrai sottovalutare il costo, nonché i tuoi impegni quotidiani.
Se hai già un lavoro fisso o un’attività da gestire, potrebbe risultare infatti difficile seguire dei corsi e persino studiare a fine giornata.

Non serve a nulla un corso troppo lungo e costoso che non riuscirai a seguire al meglio.
L’abilitazione da carrellista deve essere un importante bonus in grado di aprire nuove porte nel mondo del lavoro e non un peso da aggiungere alla giornata lavorativa!

Il costo di un buon corso professionale per patentino muletto è variabile in base al tipo di carrello elevatore e di specializzazione, e di norma non supera i 500 euro.

muletto carrellista

Offerta Formativa di easyNoleggio

Cerchi da tempo un buon corso da carrellista ma non hai ancora trovato quello giusto per te?

Grazie a easyNoleggio, parte della famiglia di brand di easyJet, puoi seguire corsi completi e affidabili per lavorare in tutta Italia!

I nostri istruttori ti aiuteranno a comprendere le componenti e le caratteristiche dei carrelli semoventi, rotativi o fissi.

Seguendo attentamente i nostri corsi da 12 o 16 ore saprai come gestire al meglio il muletto e potrai superare la prova finale a pieni voti.

Dopo aver frequentato sia la parte teorica che quella pratica del corso muletto, potrai conseguire un’abilitazione specifica come previsto dall’Accordo tra Stato e Regioni del 2012 e dall’art. 73 del Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Cosa aspetti? Chiamaci per ricevere maggiori informazioni sui corsi o prenota il tuo corso per il patentino muletto direttamente online.

Per ottenere il tuo patentino muletto dovrai solo iscriverti a uno dei corsi che si tengono in varie zone d’Italia!

Ti trovi in Veneto? Scopri il corso di formazione per diventare carrellista!

Condividi questo articolo: